FAMILY PARTY

La nostra Associazione da sempre ha sensibilizzato le Famiglie ad interessarsi alle iniziative sociali nei confronti di chi ha più bisogno. Portiamo avanti e sosteniamo i progetti di alcune Associazioni come Autismo Oltre e Medicare Onlus, cercando di coniugare insieme attività ricreative e formative con l’impegno sociale. Per questo motivo abbiamo pensato di organizzare un evento che ci vede riuniti a fare festa insieme alla Comunità “Casa Famiglia Madonna della Tenda”, che ci accoglieranno nella loro struttura ai piedi dell’Etna, in Via Patellazza,‬ 15 – 95024 Acireale (Catania), preparandoci un delizioso pranzo e intrattenendo noi ed i nostri bambini.

SOLIDARIETÀ FAMILIARE

Perché essere solidali?

La Solidarietà è un principio che, al contrario di tanti altri, non sembrerebbe sempre necessario: ci sentiamo di essere solidali a Natale, perché dobbiamo essere tutti più buoni o quando stiamo vivendo un momento difficile, perché ci accorgiamo che tanti altri stanno peggio di noi…

familyCerchiamo di essere un po’ più onesti con noi stessi: la Solidarietà non è una buona azione, non è un gesto che si fa occasionalmente per alleggerire la nostra coscienza. La Solidarietà deve essere un ‘modus vivendi’, un modo di essere; è un legame che ci unisce per il fatto che siamo persone, esseri sociali, nati per vivere in una comunità di individui simili a noi. La Solidarietà è la consapevolezza intrinseca che siamo tutti parte di un’unica famiglia umana, fa parte del nostro DNA, è stampata nel nostro bagaglio genetico.

La Solidarietà è un legame, un’unione forte tra gli uomini e le generazioni, perché ci fa riconoscere tutti appartenenti ad un unico nucleo che per crescere nel modo migliore deve saper accogliere e proteggere ogni individuo, riconoscendo quanto il valore di ciascuno sia importante per il benessere della collettività. Ecco perché essere solidali, concretamente, ogni giorno: fa del bene agli altri e… ci fa stare meglio, perché corrisponde ad un nostro bisogno interiore inespresso, che, se ascoltato, ci fa essere pienamente umani.

Così come affermava Madre Teresa di Calcutta “Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno, non è vissuto invano”. Oggi si sente spesso parlare di solidarietà, di questo grande valore e sentimento che dovrebbe essere presente nella nostra vita e nella nostra società, anche se non sempre è così. Ma cosa significa solidarietà? Essere solidali vuol dire aiutare il prossimo, moralmente e materialmente, ed è sinonimo di fratellanza e amore verso gli altri; essa dovrebbe essere una presenza costante nel nostro carattere e nel nostro modo di fare. Purtroppo nel mondo moderno la solidarietà è un valore che sta scomparendo, soppiantata da egoismo, competitività e altri atteggiamenti e sentimenti negativi. Sin da piccoli cerchiamo di migliorarci ma, per farlo, spesso ci confrontiamo con persone che hanno il nostro stesso intento entrando poi in competizione con esse. In realtà una sana competizione può anche essere utile per farci vedere il mondo da una prospettiva diversa e può fare in modo di stimolarci e motivarci per fare progressi; spesso però la contesa diventa negativa e volta solo a prevalere sugli altri, a primeggiare e far sfigurare il prossimo.

Purtroppo questo tipo di “gara” è sempre più diffuso in tutti gli ambienti: tra i bambini che magari cercano di apparire migliori dei fratelli o degli amici agli occhi dei genitori e dei parenti; a scuola o al lavoro quando si cerca di ottenere voti migliori di altri compagni o una promozione, un incarico di maggior rilievo rispetto ai colleghi, provando con ogni mezzo a mettere in cattiva luce il prossimo. In famiglia o a scuola il motivo della competizione spesso è indotto dai genitori o dell’insegnante che volendo far migliorare il proprio figlio o alunno innescano questo meccanismo che porta poi ad un cattivo rapporto con gli altri. Tutto ciò però spesso ci fa sentire frustrati, poiché non riusciamo a raggiungere la meta che ci poniamo. Sarebbe opportuno che nella società moderna fossero più diffusi i valori di fratellanza e solidarietà perché in questo modo si riuscirebbe a vivere meglio senza tanti scontri e tanto odio.

Raggiungere questo ideale è difficile se non impossibile, si potrebbe tuttavia migliorare dando più spazio ai sentimenti positivi, per provare a vivere meglio. La solidarietà è un valore antico, ma anche in una società moderna e avanzata come la nostra ci dovrebbe essere il posto per gli antichi valori perché con essi si può migliorare il futuro. Una società solidale è una società solida. La famiglia è il centro della solidarietà; essa è il più antico e primario ed universale momento di aggregazione e solidarietà. Proprio perché la famiglia è una aggregazione sociale dove, prima di tutto, si impara ad amare e a darsi l’un l’altro e vengono messi in comune cultura ed obiettivi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *